HOME
  CHI SIAMO
  DOVE SIAMO
  IN ESCLUSIVA
  MOSTRE
  CATALOGHI
  MEDIA
  REGISTRATI
  LINK
  CONTATTI
  ASSOCIAZIONE
  STUDIO
  FRANZ BORGHESE


Artesanterasmo e Massimo Licinio Management
2003

128 pagine
44 immagini a colori
trad. inglese

testo critico
di L. Caprile

€ 18,00
+ spese di spedizione

DARIO BALLANTINI
Oltre lo sguardo

Il catalogo è stato realizzato in occasione della mostra Oltre lo sguardo, che si è svolta a Milano dal 16 ottobre al 22 novembre 2003 presso la galleria Artesanterasmo.
Il volume presenta 44 immagini delle opere di Dario Ballantini ed è corredato di un testo critico di Luciano Caprile e di una testimonianza di Giancarlo Vigorelli. Così si legge nel testo di Caprile: "Dario Ballantini insegue e trasmette tali emozioni e tali sofferenze coltivate nel corso degli anni già dalle iniziali prove in ambito paraespressionista, datate 1985 (ci riferiamo in particolare all'efficace ritratto di Pier Paolo Pasolini), fino ai lavori d'impronta selvaggio-cubista che si affacciano al 2002, ovvero prima dell’ultimo, felice exploit pittorico di Ballantini inteso a rivisitare il suo e il nostro tempo con una rilettura trasversale che ci avvolge, ci travolge e ci comprende al pari di un cataclisma visivo, di un fiume in piena, di un tracollo improvviso e ineluttabile. La sua è la puntuale e devastante allegoria di un’epoca che si nutre di violente contraddizioni, dove le luci di una transitoria ribalta occultano trappole e precipizi, insicurezze e frantumazioni…”. E Giancarlo Vigorelli conclude: “Mi accorgo che Dario ha lavorato, e tanto, ha affinato la sua ricerca del colore, la pennellata è più fluida, affronta il tema con la certezza nei propri mezzi. E il racconto va… Niente è reale, tutto è illusione: oppure, niente è illusione, tutto è terribilmente reale”.
Il catalogo con i colori e l’angoscia che traspare dalle immagini ne è testimonianza. Come affermano in apertura i galleristi, Ballantini interpreta i nostri tempi, con “quel fondo di inquietudine che emerge dal tratto febbrile dei suoi colori stesi su grandi tavole dove le forme si scompongono, si ricompongono e si avviluppano di continuo”.





   CATALOGHI
 
   FRANZ BORGHESE
   SALVATORE FIUME